Mi è sempre stato detto che senza aver fatto colazione non si esce di casa. Credo che ognuno di noi in qualunque lingua ed in qualunque paese del Mondo ha sentito la frase simile; l’importanza di questo pasto che dà la forza e l’energia per affrontare tutte le avventure nella giornata non si discute.

Il filosofo tedesco Ludwig Feuerbach ha detto: “L’uomo è ciò che mangia” ma, alla luce di quello che sta accadendo nel mondo della moda, personalmente cambierei questa frase in : l’uomo è ciò che indossa; infatti, il cibo non serve più solo per rallegrare e addolcire le nostre giornate ma è diventato ornamento per il nostro guardaroba!

Nella collezione autunno / inverno 2014 di Lazzari – troviamo la presenza del del caffè del cappuccino e del latte di soia senza farsi mancare croissant e biscotti e tutto questo è stato riportato su simpaticissime camicie e gonne, con una rappresentazione di colori che infondono calore e tranquillità, con stile, senza esagerazioni… cosa ne pensate?

4 2 3imagesVVWD2GEJ

In ogni caso Lazzari si accoda a quello che sta accedendo anche nell’alta moda e dagli stilisti più fashion. Da Moschino a Chanel, il collegamento tra la quotidianità ed i bisogni di ogni essere umano, è oramai evidente, è moda, è fashion.

Jeremy Scott il fashion designer di Moschino ha lanciato la sua capsule collection traendo spunto ed autorizzazione da Mc’Donalds mentre Chanel – la famosa casa di moda – poco tempo fa ha fatto sfilare le sue creazioni e le sue modelle ricostruendo l’ambiente di un supermercato. Infatti le sfilato tra scaffali di alimentari mutuando i gesti di semplici donne che ogni giorno fanno spesa e questa splendida nuova collezione è stata portata in un ambiente comune, quotidiano. Personalmente trovo che questo tentativo di riavvicinamento tra l’alta moda ed il comune vivere sia davvero straordinario.

E per Voi? È una buona idea?

Annunci