Image25La piccola (grande) protagonista di questo post e la must have creata da Nicolasa Ghesquière per Louise Vuitton parlo ovviamente di Petite Malle. Questa piccola borsetta (18×12 cm) mi ha colpito tantissimo per la grande personalizzazione; infatti si può scegliere la parte di rivestimento esterno tra metallo, pelle o lino con monogrammi con colori verde, rosso oppure oro. Tutte le borse sono caratterizzate da tre croci disegnate nella parte destra e che si rifanno ai bauli richieste a Louise Vuitton da un ricco banchiere negli anni dal 1911 al 1929 il quale, appunto, richiedeva l’inserimento.

Per finire, la casa di moda francese ha previsto anche una portabilità di giorno con una lunga cintura che consente di portarla tracolla mentre per la sera è possibile, in modo più classico, togliere la cintura e portarla a mano.

Personalmente amo le grandi borse perché in qualche modo mi sento sicura potendo portare con me tutto ciò che mi occorre e, normalmente, non riesco mai a ridurre quello che mi serve. Posso però provare a sacrificarmi: cellulare, chiavi dell’auto e carta di credito possono bastare per avere la gioia di essere accompagnati da un oggetto così particolare e fashion; vedremo, per ora, si debbono considerare lunghe liste d’attesa perché sono volate le prenotazioni già solo con la presentazione alle sfilate.

IMG_0894

 

Annunci